Chiedere il riconoscimento dell'invalidità civile

Chiedere il riconoscimento dell'invalidità civile

L'invalidità civile è il riconoscimento di una patologia fisica o psichica, congenita o acquisita, non derivante da cause di guerra, lavoro o servizio. È quindi una riduzione permanente della capacità di svolgere funzioni tipiche della vita quotidiana o di relazione a causa di una menomazione o di un deficit fisico, psichico o intellettivo, della vista o dell’udito.

L'invalidità civile, per la legge italiana, è una riduzione permanente della capacità di svolgere attività lavorativa non inferiore a un terzo. Ai minorenni, l’invalidità civile è riconosciuta come difficoltà a svolgere i compiti e le funzioni inerenti alla loro età.

L’invalidità civile è riconosciuta da una commissione medica competente presso l'autorità sanitaria competente per il territorio di residenza del richiedente ed è espressa in percentuale.

La domanda deve essere presentata all'INPS utilizzando il servizio online dedicato. È possibile presentare la domanda tramite patronati o associazioni di categoria dei disabili.
Prima di presentare la domanda occorre rivolgersi a un medico di base per chiedere il certificato attestante le patologie che dovranno poi essere valutate per l’eventuale riconoscimento della condizione di invalidità.

Per ulteriori informazioni, consulta il sito dell'INPS.

In Comune di Correzzana…

Per la presentazione della domanda occorre rivolgersi al Medico di Medicina Generale (Curante) o altro medico prescrittore affinchè compili on-line la parte sanitaria/diagnostica. È possibile chiedere il riconoscimento dell’invalidità civile, la certificazione di handicap (Legge 05/02/1992, n. 104) e il verbale ai fini del collocamento mirato in ambito lavorativo(Legge 12/03/1999, n. 68). Con il numero del certificato rilasciato dal medico al termine della compilazione ci si può rivolgere al patronato per il perfezionamento della pratica oppure è possibile compilare la parte anagrafica accedendo in autonomia al portale dell’ INPS.

Se ci si rivolge al patronato, occorre non consegnare né il foglio di ricevuta consegnato dal medico, né la documentazione sanitaria in originale poiché tali documenti sono chiesti in commissione di primo accertamento il giorno della visita. I tempi attuali per la prima visita presso il centro polivalente di Usmate Velate sono di circa un mese, mentre per i malati oncologici è di due settimane.

La documentazione chiesta in sede di prima visita è la seguente:

  • certificato medico originale e documentazione sanitaria recente (6/8 mesi precedenti la visita)
  • originale documento d’identità in corso di validità e fotocopia (da consegnare)
  • originale del foglio relativo alla domanda.

Una volta ottenuto il verbale è possibile recarsi presso un patronato oppure rivolgersi presso l’ufficio servizi sociali del Comune per approfondire i diritti acquisiti a seguito del riconoscimento.

Rivolgendosi ad un patronato è possibile chiedere eventuali prestazioni economiche riconosciute.

Per ulteriori informazioni consulta la Guida alla lettura dei verbali - Benefici derivanti dall’invalidità civile e dalla Legge 104/92 e il sito internet dell'ATS Brianza.

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Salute
Io sono: Disabile
Sezioni: Servizi sociali
Ultimo aggiornamento: 11/05/2020 16:42.40